Closed

Classificazione e diagnosi di fimosi parafimosi,frenulo corto,IPP, Smegma cos'è come prevenirne la formazione,papule perlacee peniene

« Older   Newer »
view post Posted on 18/12/2007, 23:09 Quote
Avatar


Memento audere semper

Group:
Administrator
Posts:
143,027

Status:


Tabella di classificazione

image
Leggete lettera e numero per classificare il vostro grado di fimosi da eretto


image
Corretto scorrimento del prepuzio

Cos'è la FIMOSI
Per fimosi si intende un restringimento prepuziale, più precisamente, una condizione medica per la quale la pelle che avvolge il prepuzio di uomini non circoncisi non riesce a scoprire completamente ed autonomamente il glande. La fimosi può essere di due tipi: congenita o acquisita.

* Congenita quando fin dalla nascita e nei primi anni di vita si manifesta un restringimento prepuziale. In questo caso è consigliabile l'operazione solo se è serrata (vedi più avanti), se non serrata si può risolvere il problema con ripetuti esercizi per aumentare l'elasticità della pelle nella zona.

* Acquisita se si manifesta in età adulta in un uomo a causa di infiammazioni fungine o batteriche del glande o del prepuzio, in questo caso è solitamente necessaria l'operazione.

La fimosi, sia congenita che acquisita, si può dividere in due specie: serrata e non serrata.

* La fimosi serrata si ha quando il restringimento è tale da impedire lo scoprimento del glande anche a pene flaccido, e in casi limite può anche portare difficoltà nell'orinare. La circoncisione è il rimedio più opportuno.

* La fimosi non serrata invece si ha quando non si riesce a scoprire il glande a pene eretto o ci si riesce solo parzialmente. La forzatura nello scoprimento del glande può provocare un effetto molto più grave, chiamato parafimosi, in cui non si riesce più a ricoprire il glande e che comporta uno strangolamento dello stesso. In questo caso è necessario un intervento d'urgenza.



image
Cos'è il Frenulo

Frenulo del pene
Il frenulo del pene è il sottile lembo di pelle che unisce il glande al prepuzio. Questo tessuto, molto sensibile e ricco di vasi sanguigni e di ricettori del piacere, duranto l'atto sessuale, essendo particolarmente sollecitato, può andare incontro a parziali lacerazioni, con conseguente vistoso sanguinamento. In alcuni individui, anche dopo la pubertà, il frenulo rimane corto e impedisce al prepuzio di scoprire interamente il glande oppure provoca una sensazione di fastidio durante l'erezione, in tali casi è possibile eseguire un intervento di frenulotomia, nel quale viene fatta una incisione sul frenulo in anestesia locale, che guarisce nell'arco di una o due settimane.
Frenulectomia
La frenulotomia è l'intervento di recisione del frenulo. L'intervento avviene in anestesia locale (spesso si utilizza una pomata anestetica) e non dura più di 15 minuti. In genere la ferita, suturata con dei punti, si rimargina nel giro di 15 giorni. I punti possono essere del tipo che si eliminano da soli senza bisogno di essere rimossi dal medico. Dopo l'operazione di frenulotomia ci si auto-medica la ferita in modo da rendere più forte la pelle. Si dice che si perda un poco di sensibilità sul pene appunto perché il frenulo, uno dei punti sensibili a strofinamento del pene, subisce una recisione e la cicatrizzazione successiva darà nuove sensazioni differenti da quelle che si registravano prima.



image
Parafimosi


La parafimosi è una emergenza chirurgica richiede il pronto intervento del chirurgo per risolvere il quadro ed impedire danni permanenti. Talvolta il ripetersi di balanostiti , spesso causate semplicemente da errate abitudini igieniche , provoca un progressivo restringimento del prepuzio che evolve sempre di piu' in un quadro di fimosi. Alla fimosi si associa facilmente un frenulo breve.
Il trattamento è chirurgico e consiste in una plastica di ampliamento prepuziale nelle forme piu' lievi o in una circoncisione vera e propria. Se il frenulo è troppo breve, si completa l'intervento eseguendo anche la frenulotomia.
Si tratta di piccoli interventi chirurgici ben realizzabili in anestesia locale e che richiedono poche ore di degenza. L'auto applicazione di pomate di pre-anestesia , rende le procedure del tutto indolori. L'attività lavorativa puo' essere ripresa fin dal giorno seguente; i rapporti sessuali richiedono una pausa di 3-4 settimane. Il Paziente esegue una breve terapia antibiotica di protezione e semplici automedicazioni .



Ecco un VIDEO in cui un medico specialista descrive estattamente tutte le fasi dell'operazione di circoncisione e il decorso post operatorio.

Edited by <geniv> - 15/12/2008, 19:21


CITAZIONE (Tidus&Snake k koppia @ 10/3/2008, 15:22) 
salve sn nuovo :ridicolo:

CITAZIONE (<eric_draven> @ 19/3/2011, 20:41) 
ragazzi io fino a domani non passo...mi raccomando...

I don't want to start any blasphemous rumours
But I think that God's got a sick sense of humor
And when I die I expect to find Him laughing

 
PM  Top
view post Posted on 22/2/2008, 19:23 Quote
Avatar


Memento audere semper

Group:
Administrator
Posts:
143,027

Status:


Lo smegma questo sconosciuto, Che cos'è lo smegma?



Lo smegma, traslitterazione del greco σμήγμα, sapone, è una combinazione di cellule epiteliali esfoliate, secrezioni della pelle e materiali umidi (urina e sperma ndr) che si possono accumulare sotto il prepuzio, nei maschi, e nella zona della vulva nelle femmine, con un caratteristico odore e gusto pungente. Si presenta biancastro e cremoso raccolto nel solco del glande. Lo smegma è comune a tutti i mammiferi, maschi e femmine.

image

Sia i maschi che le femmine producono smegma. Dato che lo smegma si accumula sotto il prepuzio la sua presenza è meno comune nei maschi circoncisi. Questo fatto causa le argomentazioni sulla necessità della circoncisione e se questa sia una pratica benefica o dannosa.

L'umidità subprepuziale mantiene il glande umido e può lubrificare il movimento del prepuzio. Tuttavia, se lasciata accumulare nelle cavità del prepuzio, si può combinare con cellule di pelle e dare luogo a colture batteriche. La corrente opinione medica è che il lasciare che lo smegma si accumuli non sia sano.

Patologie:Le malattie conseguenti alla formazione di smegma

La zona del glande è altamente favorente per la crescita di microorganismi, come germi e funghi. Le conseguenze più frequenti sono le balaniti e balanopostiti (infiammazioni del glande e del prepuzio) che possono portare a due tipi di problemi: il primo riguarda la partner (frequenza di induzione di vaginiti, cerviciti ecc.) con un successivo effetto a "ping-pong" di continua reciproca ritrasmissione della patologia; il secondo riguarda l'uomo stesso. Infatti frequentemente, al perpetuarsi di queste infiammazioni, la pelle del prepuzio diventa anelastica con esiti in fimosi (restringimento) cicatriziale, con difficoltà o addirittura impossibilità a scoprire il glande.
Un'altra possibile e frequente complicanza delle infezioni balano-prepuziali è costituita dalla presenza di precocità dell'eiaculazione. Infatti, la reazione infiammatoria che interessa il solco balano-prepuziale può facilmente estendersi alla cute circostante ed al glande, creando un'irritazione che determinerà un'accentuata stimolazione dei recettori nervosi della sensibilità, riccamente presenti sul glande stesso.Inol
Inoltre la bassissima prevalenza di carcinoma del glande nelle popolazioni che si sottopongono a circoncisione rituale, fa ritenere gli esperti che lo smegma possa avere azione di cancerogenesi sull'epitelio del glande.

Lo smegma nella sessualità

Nella sessualità, annusare o leccare e poi consumare smegma è considerato un fetish estremo. Alcuni individui sono maniaci del forte odore dei genitali non lavati e chiedono ai loro partner di passare giorni o settimane senza lavarsi in modo che essi producano smegma, così che possa essere annusato, leccato e mangiato. Alcuni usano le dita per raccogliere lo smegma dai genitali per metterlo sulla faccia del proprio partner in modo che questo possa sentirne l'odore continuativamente per un più lungo periodo di tempo come mezzo di umiliazione e degradazione. Il rischio per la salute derivato dai "giochi con lo smegma" è inferiore di quello della coprofagia ma infezioni batteriche e i disturbi dello stomaco sono possibili, soprattutto per chi indugia in quest'attività.

La popolarità dello smegma

La parola "smegma" è una tra le parole internazionalmente più cercate nella rete. In ogni cultura, popolazione e lingua è conosciuto con diversi nomi.
In Inglese i termini gergali che indicano lo smegma si rifanno per lo più alla sua somiglianza con vari prodotti caseari, ad esempio dick cheese, organzola, bell-end brie, dick butter, cockarella.
In Spagnolo è chiamato requéson, nome di un formaggio simile alla ricotta.
In Tedesco è detto gergalmente Schwanzcaese o Eikelcaese.



Edited by <geniv> - 31/7/2008, 19:35


CITAZIONE (Tidus&Snake k koppia @ 10/3/2008, 15:22) 
salve sn nuovo :ridicolo:

CITAZIONE (<eric_draven> @ 19/3/2011, 20:41) 
ragazzi io fino a domani non passo...mi raccomando...

I don't want to start any blasphemous rumours
But I think that God's got a sick sense of humor
And when I die I expect to find Him laughing

 
PM  Top
view post Posted on 25/5/2008, 16:08 Quote
Avatar


Memento audere semper

Group:
Administrator
Posts:
143,027

Status:


GINNASTICA PREPUZIALE

Il non riuscire nel lavaggio del glande porta ad infiammazione per il ristagno all'interno del foglietto prepuziale di urine e quant'altro.
Anche per fare la terapia è assolutamente necessario riuscire a scoprire il glande.
Per ottenere questo obiettivo deve fare pian piano, non in una sola volta, facendo quella che viene definita ginnastica prepuziale;
utilizzando come lubrificante una crema molto grassa si deve cercare di scoprire il glande, fin dove riesce poi forzando un pochino,
un pochino ogni volta
Oggi si consiglia la “ginnastica prepuziale”, ossia cercare dolcemente di scoprire il glande fino a dove questo si
fa scoprire, senza quindi manovre forzate. Dall’età di tre/quattro anni, maspesso se ne consiglia l’uso in età più avanzata,
può essere d’aiuto l’applicazione locale di una pomata cortisonica che, con indicazione del proprio medico, avrà lo scopo di ammorbidire la
pelle e consentire così al prepuzio di staccarsi gradualmente. Questa pomata ha efficacia solo se associata alla ginnastica prepuziale e, comunque, non fa altro che anticipare quello che la “natura” farà attraverso gli ormoni prodotti in epoca puberale. Abbiamo quindi visto che la fimosi tende a risolversi nel tempo in modo spontaneo, raramente è causa di infezioni urinarie, può essere trattata con terapia locale con successo soprattutto se viene praticata una corretta e dolce ginnastica prepuziale. Se è vero che l’intervento chirurgico di circoncisione è uno dei più eseguiti in ambito pediatrico, molti pediatri e chirurghi pediatri ritengono attualmente che questo sia un eccesso . L’attesa unita alla ginnastica prepuziale ed eventualmente all’uso della terapia locale è in grado di “risolvere” il problema,
lasciando solo ai casi selezionati la terapia chirurgica.




Esercizio 1

(Questo è appropriato se la pelle del prepuzio è così stretta da non potere contenere due dita di una mano. Se già si riesce a farle entrare, meglio procedere direttamente con l'esercizio 2)

- Cerca di scoprire un pò il glande, finchè non avverti fastidio (finchè è fastidio va bene, ma non devi provare dolore^^).
- Quando arrivi al punto in cui da fastidio, fermati e mantieni quell'altezza per 30 secondi, dopodichè lasciala risalire e rilassati.
- Ripeti questo per 5 minuti, magari sotto l'acqua calda, che può aiutare (non bollente, però).

Esercizio 2

-Inserisci due dita nell'"apertura", e poi divaricale in direzioni opposte, così da fare un pò di stretching della pelle.
- Quando senti fastidio, mantieni quel grado di apertura sempre per un 30 secondi, poi relax di nuovo.
- Ripeti per 5 minuti.

Edited by <geniv> - 1/4/2009, 23:48


CITAZIONE (Tidus&Snake k koppia @ 10/3/2008, 15:22) 
salve sn nuovo :ridicolo:

CITAZIONE (<eric_draven> @ 19/3/2011, 20:41) 
ragazzi io fino a domani non passo...mi raccomando...

I don't want to start any blasphemous rumours
But I think that God's got a sick sense of humor
And when I die I expect to find Him laughing

 
PM  Top
view post Posted on 31/7/2008, 19:21 Quote
Avatar


Memento audere semper

Group:
Administrator
Posts:
143,027

Status:


image
Induratio Penis Plastica (IPP) o malattia di La Peyronie

Cos'è,cosa comporta
La Induratio Penis Plastica (IPP) o malattia di La Peyronie, dal nome del chirurgo che la scoprì nel 1743, è una malattia del pene a causa non ancora ben nota, caratterizzata da una fibrosi circoscritta della tunica albuginea, la guaina scarsamente vascolarizzata che riveste i corpi cavernosi del pene. L’area di fibrosi, definita genericamente "placca", costituisce una limitazione alla elasticità del pene durante l'erezione determinando una curvatura verso il versante malato. Le cause, come già detto, non sono note. Il riscontro frequentissimo delle placche sulla linea mediana del pene nella regione ventrale o dorsale di esso ha fatto ipotizzare che alla base della malattia vi siano traumi o microtraumi ripetuti nel tempo a carico del pene eretto che determinano lesioni, anche minime, di quell’area della tunica albuginea che si trova a livello del setto di separazione tra i due corpi cavernosi (setto intercavernoso). Infatti il rivestimento dei corpi cavernosi presenta fibre circolari intorno a ciascuno di essi e fibre a decorso longitudinale che li rivestono consensual-mente. Sulla linea mediana queste fibre ad andamento ortogonale tra loro si incontrano nel setto intercavernoso. Un trauma a pene eretto può scollare questi due strati di fibre lacerandoli. A queste lacerazioni, uniche o ripetute, conseguono i normali processi riparativi dell’organismo che all’inizio producono fenomeni di infiammazione locale e, nel tempo, probabilmente in individui predisposti, la formazione di una cicatrice. Questa costituisce la tipica "placca" della IPP. Col passare del tempo questi processi cicatriziali si stabilizzano, vi si depositano sali di calcio col risultato finale di placche calcifiche immodificabili, tipiche delle IPP stabilizzate.



CITAZIONE (Tidus&Snake k koppia @ 10/3/2008, 15:22) 
salve sn nuovo :ridicolo:

CITAZIONE (<eric_draven> @ 19/3/2011, 20:41) 
ragazzi io fino a domani non passo...mi raccomando...

I don't want to start any blasphemous rumours
But I think that God's got a sick sense of humor
And when I die I expect to find Him laughing

 
PM  Top
view post Posted on 31/7/2008, 19:44 Quote
Avatar


Memento audere semper

Group:
Administrator
Posts:
143,027

Status:


image

papule perlacee peniene
e papule perlacee peniene (Hirsuties papillaris genitalis), conosciute anche come "PPP", sono un fenomeno fisiologico inoffensivo senza potenziale maligno.
Si tratta di ghiandole e compaiono come una o tante file di piccoli puntini color carne situati circonferenzialmente intorno alla corona del glande. Raramente, le lesioni possono estendersi anche sul glande. Non è una malattia sessualmente trasmessa e non dipende dall'igiene o dalla attività sessuale. Uno studio medico del 1999 ha trovato che il 48% di 200 uomini visitati da un urologo le presenta. I vari studi hanno indicato che il numero di persone interessate può essere nell'intervallo fra 8% e 48%, variabile in base alla localizzazione geografica e se il paziente è circonciso o meno. Queste "lesioni" sono tipicamente asintomatiche e persistono durante tutta la vita; tuttavia, possono diventare gradualmente meno evidenti con l'avanzare dell'età.
La terapia non è richiesta ma a volte è offerta per alleviare l'ansia del paziente.
Il trattamento per le lesioni più scomode e dolorose, quelle più sporgenti, più pallido intorno alla base del glande è effettuato con l'uso del laser all'anidride carbonica.



Edited by <geniv> - 1/8/2008, 15:39


CITAZIONE (Tidus&Snake k koppia @ 10/3/2008, 15:22) 
salve sn nuovo :ridicolo:

CITAZIONE (<eric_draven> @ 19/3/2011, 20:41) 
ragazzi io fino a domani non passo...mi raccomando...

I don't want to start any blasphemous rumours
But I think that God's got a sick sense of humor
And when I die I expect to find Him laughing

 
PM  Top
view post Posted on 12/3/2009, 18:39 Quote
Avatar


Memento audere semper

Group:
Administrator
Posts:
143,027

Status:



IL VARICOCELE




Il 17,7% dei maschi
presenta il varicocele sinistro, ovvero una dilatazione patologica delle
vene che costituiscono il “plesso pampiniforme” sinistro, un agglomerato di
vene che si trova posteriormente e sopra il testicolo.

La comparsa del
varicocele avviene , nella stragrande maggioranza dei casi in occasione
dello sviluppo puberale (dopo i 10-11 anni).







Il varicocele può essere
piccolo ( I grado), medio (II grado) o molto voluminoso (III grado) e può
determinare una serie di “fastidi” localizzati al testicolo, allo scroto,
alla faccia interna della coscia, alla regione inguinale, al fianco e
financo al lato destro.


Nella famiglia del
soggetto con il varicocele potrebbero essere presenti casi di varicocele
stesso o di vene varicose alle gambe o di emorroidi (tutte espressione di
una debolezza familiare delle pareti venose che tendono a sfiancarsi
formando la “varice”)


La presenza del
varicocele può determinare una serie di fenomeni patologici quali il
reflusso di sostanze adrenergiche dal sistema venoso renale al testicolo, la
stasi venosa scrotale e peri-epididimaria, l’aumento della temperatura
scrotale, l’alterato scambio metabolico testicolare , tutti fenomeni che
possono alterare la funzionalità della spermatogenesi testicolare, prima
sinistra e poi bilaterale, fino a determinare la produzione di spermatozoi
malformati ( a punta), poco mobili, con ridotta capacità fecondante e
progressivamente una ridotta produzione stessa.

Questi sono i motivi che
rendono il varicocele una delle cause più frequenti di OligoZooSpermia e di
Infertilità Maschile.



Sostanzialmente, questo
rappresenta l’unico motivo per cui oggi si decide di correggere il
varicocele sinistro.


Il problema viene oggi
accentuato dal fatto che i maschi tendono a sposarsi o a decidere di
procreare dopo i 35 anni, quindi dopo che il varicocele a determinato danni
testicolari per oltre 20 anni dalla sua comparsa.

Ogni qualvolta si
sospetti o si scopra la presenza di un varicocele, il maschio dovrebbe farsi
visitare, effettuare un esame del liquido seminale ed un EcoColorDoppler
Testicolare per verificare che non ci siano alterazioni epididimo-
testicolari e sia presente un reflusso venoso patologico.

Altri accertamenti sono
pleonastici.









La correzione del
varicocele più idonea è quella chirurgica-microchirurgica a livello
(inguinale) del funicolo spermatico, che può essere effettuata in anestesia
locale, può consentire la esplorazione del testicolo e da’ i migliori
risultati.


Le altre tecniche
chirurgiche quali la legatura alta delle vene spermatiche o la resezione del
plesso pampiniforme o i by-pass microchirurgici sono oggi utilizzate solo in
casi selezionati, spesso recidivi.

La Chirurgia
Laparoscopica va riservata a casi particolari, bilaterali, richiedendo
l’anestesia generale e tempi operatori anche molto lunghi.

La procedura di
Sclero-Embolizzazione delle vene spermatiche per “via radiologica” presenta
alcuni rischi, anche importanti,  non può escludere la possibilità di
recidive  e, nella esperienza di altri Paesi ove da decenni si pratica, non
viene più considerata prima opzione terapeutica per il varicocele

 

 

IL
PENE CURVO

Molti ragazzi, sin dalla
nascita, presentano una malformazione congenita (minore sviluppo) delle
guaine dei corpi cavernosi del pene che determina, in erezione (allorché i
corpi cavernosi sono distesi ed allungati dal sangue), una curvatura
dell’asta.


Le curvature più
frequenti sono quelle verso sinistra, verso il basso, verso destra e verso
l’alto.







Si deve operare



Si deve operare



Queste curvature sono
presenti dalla nascita. Alcune volte vengono osservate dalle mamme durante
il bagno dei bambini , in occasione di erezioni riflesse; il più delle volte
il fenomeno viene osservato e vissuto dagli interessati nella adolescenza,
allorché compaiono le prime erezioni mattutine ed iniziano le prime erezioni
indotte e la pratica della masturbazione.

Il fenomeno può
determinare un senso di sorpresa, di sconcerto, di paura e di varia angoscia
nel timore di non “essere normale”.

Attualmente le prime
esperienze sessuali sono abbastanza precoci, spesso con giovani ragazze che
non hanno ancora avuto gravidanze e che quindi presentano una vagina
abbastanza stretta, e la curvatura del pene può rendere difficile, se non
impossibile la penetrazione vaginale.

In molti ragazzi questo
fenomeno può far scattare sensi di frustrazione con reazioni ansiose (il
timore di essere impotenti).


In molti casi il ragazzo
non sa con chi affrontare il problema.Con i genitori si vergogna; con il
Medico di famiglia non ha confidenza; con gli amici teme di essere deriso e
quindi tende a chiudersi in se stesso. Non sono rari i casi di maschi che
arrivano al matrimonio con tali problemi.




Potrebbe non operarsi




Si deve operare


Non tutti i casi di
incurvamento debbono essere corretti. Spesso può bastare la riassicurazione.
Nei casi che sicuramente costituiscono un ostacolo alla penetrazione si può
procedere ad un intervento di CORPOROPLASTICA , effettuabile anche in day
hospital, con ottimi risultati.


 


INDURATIO PENIS PLASTICA-PEYRONIE

Si tratta di una
malattia degenerativa delle guaine albuginee dei corpi cavernosi del pene
che determina zone di ispessimento locale ( le placche) con incurvamenti
dell’asta in erezione e progressivo deterioramento della erezione stessa.


Il momento di massima
comparsa corrisponde al 5° decennio di vita, senza escludere casi a 20-30
anni o più tardivi.


Spesso si tratta di
pazienti che hanno in famiglia altri casi di malattie delle strutture
fibrose articolari o perineurali; spesso si tratta di pazienti con Diabete,
Ipertensione arteriosa o di terapia per l’ipertensione, storia di procedure
invasive uretrali ( cateterismi, cistoscopie, interventi endoscopici).




La modalità classica è
legata alla scoperta casuale di un nodulo, placca, a carico del pene con
dolore locale o dolore nel momento della erezione (mattutina o sessuale).



Contemporaneamente o
successivamente può comparire una curvatura del pene in erezione che può
aumentare nei primi mesi e che può determinare difficoltà di penetrazione.


Al di là dello sconcerto
iniziale (spesso il paziente teme di avere un tumore o di avere qualche
“strana” malattia sessuale) è opportuno per il paziente farsi visitare ed
effettuare i pochi accertamenti specifici che devono documentare la lesione
e verificare il possibile coinvolgimento del sistema vascolare cavernoso.

Non esistono farmaci
specifici. Utile sembra essere la Vitamina E. Sono stati proposti
Radioterapia, Ultrasuoni, LaserTerapia, Microonde, Termoterapia, Litotrissia
Extracorporea, Ionoforesi… ma i risultati sono molto scarsi o mai
dimostrati.

L’uso di Infiltrazioni
della placca con Cortisonici o Verapamil, ha avuto un momento di certo
interesse circa 10 anni orsono ma non è chiaro il meccanismo terapeutico ed
i potenziali vantaggi ottenibili.

Nei casi in cui la
placca abbia determinato un incurvamento significativo del pene o abbia
accelerato un Disfunzione Erettile non più gestibile con altre procedure (
Caverjet, Viagra, Cialis, Levitra) la soluzione è rappresentata dalla
chirurgia che può essere:




  1. di semplice raddrizzamento di un pene
    curvo con buona erezione (Corporoplastiche di Nesbit, Yachia) con modico
    accorciamento del pene stesso


  2. di incisione-escissione della placca e
    copertura con tessuto autologo (proprio del soggetto, come la vaginale, la
    parete venosa, etc) o con tessuto eterologo (di animali diversi quali
    Alloderm, SIS…) con il rischio di peggiorare la funzione erettile
    pre-esistente


  3. di incisione-escissione della placca, e
    copertura con materiale diverso ed inserimento di elastomeri in silicone
    all’interno dei corpi cavernosi in modo tale da favorire il raddrizzamento
    e migliorare la funzione erettile



  4. inserimento di sistemi protesici
    endocavernosi di tipo malleabile o idraulico che consentono di avere un
    ottimale raddrizzamento ed una perfetta funzione erettile.

 
<p align="center">

Gli interventi
richiedono un ricovero brevissimo e possono essere effettuati anche con
anestesia locale.

 


CITAZIONE (Tidus&Snake k koppia @ 10/3/2008, 15:22) 
salve sn nuovo :ridicolo:

CITAZIONE (<eric_draven> @ 19/3/2011, 20:41) 
ragazzi io fino a domani non passo...mi raccomando...

I don't want to start any blasphemous rumours
But I think that God's got a sick sense of humor
And when I die I expect to find Him laughing

 
PM  Top
view post Posted on 12/3/2010, 03:38 Quote
Avatar


Memento audere semper

Group:
Administrator
Posts:
143,027

Status:


Video documentario storia di una circoncisione



I motivi e le cause che hanno portato il protagonista a circoncidersi,il post operatorio,giorno per giorno le fasi della guarigione tutto spiegato e illustrato dettagliatamente.






Traduzione:

Mi son reso conto fin in giovane età che il mio pene non era normale
Penso che fu attorno l'età delle scuole medie che realizzai di non essere circonciso
Ma fu più tardi che soffri' di un nuovo livello di vergogna e confusione
il mio prepuzio non si ritraeva
E' stato grazie a mie ricerche su internet che ho scoperto la mia condizione
"Fimosi" o "stenosi prepuziale"
prepuzio a forma conica,con un anello fibrotico circolare che rende impossibile la restrazione del prepuzio.
Nell'aprile decisi che la circoncisione fosse la miglior via per risolvere il mio problema all'età di 23 anni.
Impossibili tentativi di ritrarre il prepuzio
evidenza di un anello fibrotico stretto e non elastico che impedisce alla testa del pene (glande) di fuoriuscire.C'è anche una striscia di tessuto che connette il prepuzio al glande chiamata frenulo,anche lui affetto da brevità e mancanza di elasticità.E' presente un rigonfiamento dovuto a un infezione batterica chiamata balanite,dovuta al ristagno e all'impossibilità di pulire propriamente il pene nella parte sottostante.


CITAZIONE (Tidus&Snake k koppia @ 10/3/2008, 15:22) 
salve sn nuovo :ridicolo:

CITAZIONE (<eric_draven> @ 19/3/2011, 20:41) 
ragazzi io fino a domani non passo...mi raccomando...

I don't want to start any blasphemous rumours
But I think that God's got a sick sense of humor
And when I die I expect to find Him laughing

 
PM  Top
view post Posted on 27/4/2011, 11:43 Quote
Avatar


Memento audere semper

Group:
Administrator
Posts:
143,027

Status:


Aggiungo qualche link utile con filmati:

Risoluzione di una fimosi senza intervento chirurgico



CITAZIONE (Tidus&Snake k koppia @ 10/3/2008, 15:22) 
salve sn nuovo :ridicolo:

CITAZIONE (<eric_draven> @ 19/3/2011, 20:41) 
ragazzi io fino a domani non passo...mi raccomando...

I don't want to start any blasphemous rumours
But I think that God's got a sick sense of humor
And when I die I expect to find Him laughing

 
PM  Top
view post Posted on 23/5/2013, 01:42 Quote
Avatar


Memento audere semper

Group:
Administrator
Posts:
143,027

Status:


Frenulo Corto Frenulotomia e Frenuloplastica Eiaculazione Precoce





Il frenulo del pene è quella sottile lamina tissutale che collega il glande al prepuzio, zona erogena particolarmente sensibile quando stimolata, perché riccamente vascolarizzata e dotata di moltissimi recettori nervosi del piacere. In seguito a rapporti sessuali ripetuti, si verifica un'inevitabile sollecitazione meccanica del frenulo, zona particolarmente delicata, quindi sensibile a micro lacerazioni e piccoli tagli che, con il tempo, creano dolore e danno. Come anticipa il termine stesso, il frenulo corto è una caratteristica anatomica in cui il frenulo del glande appare più breve rispetto alla norma: tale condizione potrebbe causare dispareunia (dolore durante i rapporti) e fastidio durante l'erezione, con conseguente difficoltà al suo mantenimento. Tant'è vero che alcuni pazienti presentanti questa caratteristica anatomica lamentano un dolore acuto durante la penetrazione: il frenulo, essendo corto, rende difficile la scopertura del glande poiché viene ostacolato lo scorrimento normale del prepuzio. Inoltre, in simili frangenti, aumenta la probabilità di una spontanea lacerazione del frenulo stesso, a cui ne consegue un sanguinamento, provocato soprattutto dallo sfregamento con le pareti vaginali. Con un frenulo troppo corto, la condizione può degenerare, quindi provocare un vero e proprio incurvamento del glande verso il basso.
Alcuni pazienti che presentano un frenulo evidentemente corto tendono a lamentare un'eiaculazione precoce. In altri pazienti, il frenulo breve è la conseguenza di microtraumi ripetuti durante l'atto sessuale, responsabili di lesioni cicatriziali retraenti a livello prepuziale: l'effetto è l'accorciamento del frenulo.Il problema del frenulo corto spaventa molti uomini, perché potrebbe creare notevoli disagi e disturbi psicologici, soprattutto nella sfera sessuale: il paziente dovrà sottoporsi ad un controllo andrologico, a seguito del quale potrà risolvere il fastidioso problema tramite interventi correttivi chiamati frenulotomia o frenuloplastica.Frenulotomia: intervento chirurgico che consiste principalmente nel recidere il frenulo del prepuzio; dopodiché i margini dell'incisione vengono suturati per rimediare al problema del frenulo breve (si ottiene l'allungamento del frenulo). Generalmente, l'operazione viene svolta in day-hospital, tramite anestesia locale: l'intervento è di breve durata. In seguito alla frenulotomia, il paziente potrebbe percepire una sensazione fastidiosa a livello genitale, dolore e sanguinamento; meno frequenti i casi di ematoma ed infezioni. Alcuni pazienti lamentano anche una modulazione delle sensazioni durante l'intimità con la partner. È indispensabile l'astensione dai rapporti per circa un mese, per permettere all'organo genitale di riacquistare completamente le proprie funzionalità.Frenuloplastica: altra tipologia d'intervento volto alla risoluzione del frenulo corto. In questo caso, l'incisione del frenulo è trasversale ed i punti di sutura vengono applicati longitudinalmente: in questo modo, il pene risulta apparentemente più allungato. In un intervento tale, non pericoloso quando vengono rispettate tutte le condizioni igienico-sanitarie, gli effetti collaterali sono minimi; l'operazione di allungamento del frenulo dura meno di 30 minuti ed il paziente viene anestetizzato solamente in situ tramite pomata anestetizzante.Grazie a questi semplici interventi, il paziente riacquista completamente la funzionalità del membro e guarisce completamente: il frenulo, dunque, torna dimensioni normali.



CITAZIONE (Tidus&Snake k koppia @ 10/3/2008, 15:22) 
salve sn nuovo :ridicolo:

CITAZIONE (<eric_draven> @ 19/3/2011, 20:41) 
ragazzi io fino a domani non passo...mi raccomando...

I don't want to start any blasphemous rumours
But I think that God's got a sick sense of humor
And when I die I expect to find Him laughing

 
PM  Top
8 replies since 18/12/2007, 23:09
 
Closed