Reply

La Prima Esperienza Con Mia Mamma

« Older   Newer »
dargheon
view post Posted on 13/2/2011, 21:34 Quote




Ciao a tutti mi chiamo Federico! Sono un ragazzo di 19 anni e ho una madre di 45 anni.
La storia che vado a trattare riguarda un periodo di non molto tempo fa.

Una notte ero solo a casa e come la maggior parte dei maschietti a questo mondo avevo voglia di masturbarmi; quindi decisi di andare a fare "zapping" su internet per qualche modo per eccitarmi per bene e farmi fantasie mentali.
Quella notte era un po diversa, non sentivo la voglia di cercare video porno o immagini calienti per masturbarmi. Sentivo bisogno d'altro, ma non sapevo ancora che cosa. Navigando su internet trovai un sito di racconti erotici, allora mi si accese la lampadina e decisi di provare ad eccitarmi cosi.
Girovagando tra i generi diversi di racconti lessi quel genere che mi era pressochè nuovo per le mie fantasie mentali: "Incesti".
Subito trovai un racconto in cui un fratello ed una sorella erano amanti segreti, ma non mi ispirò molto, andai avanti e dopo un pochetto ne trovai uno in cui erano convolti madre e figlio. Dopo averlo letto ed essermi eccitato decisi che quel genere mi piaceva da matti, allora da quella notte cominciai piu o meno tutti i giorni di leggere qualche racconto del genere, ovviamente masturbandomi anche.
Passarono all'incirca 1 settimana e mezza e una bella mattina mi svegliai presto, piu o meno erano le 4.30, con l'immagine di mia madre protagonista con me di un rapporto sessuale.
Subito pensai: "che cosa? un rapporto incestuoso con mia madre? nonono non se ne parla".
Decisi di metterci una pietra sopra e ricercare il sonno.
Purtroppo rimasi sveglio e verso le 6.15 cominciai seriamente a desiderare mia madre.
Bhe che dire di mia madre 45 anni, ma ancora un fisico piacente per la sua età, 1.65cm circa sedere ancora bello sodo e una 3° abbondante di seno. Pensai che non era affatto male come donna.
Quindi decisi di provare a capire se fosse una di quelle mamme che vedono l'incesto come una cosa morbosa e di conseguenza vedrebbero il figlio come un malato mentale, oppure fosse una di quelle madri che vedono l'incesto non del tutto schifate o per lo meno che fosse una mamma ormai in astinenza vista l'età del marito (52) o non soddisfatta visto anche il fisico di mio padre (pancia molto evidente).
Ormai era quasi l'ora in cui i miei genitori venivano svegliati dalle loro sveglie. Mio padre verso le 6.40 e mia madre verso le 6.55. Aspettai quindi che mio padre se ne andasse di casa. Sapevo le abitudini di mia madre; lei ogni mattina apriva la porta per sincerarsi se il figlio fosse li nel proprio
Adv
letto.
Percui decisi di tirare leggermente giu la mia coperta fino a poco sopra le mie ginocchia e di tirarmi completamente giu le mutande e fingere di dormire, per far si che mia madre vedesse, per la prima volta da quando avevo 6 anni, il mio pene che ormai era duro, percui l'avrebbe visto in tutta la sua bellezza (21cm e diametro 7cm). Volevo suscitare in lei qualcosa e probabilmente lo feci.
Lei entrò come da copione in camera e insolitamente rimase li a curiosare piu del previsto. La presi come una vittoria, voleva dire che sicuramente avevo scosso qualcosa nella sua testa.
La mattina stessa, verso l'ora che lei torna a casa da lavoro, cominciai a farmi una bella doccia e stando sotto l'acqua calda immaginai di possedere la mia bella mamma, il cazzo mi venne piu duro che mai; mia madre puntualmente arrivò a casa poco dopo che io entrai nella doccia e io stranamente lasciai la porta aperta apposta (cosa insolita perchè in casa nostra si ha l'abitudine di chiudere a chiave sempre la porta del bagno quando uno entra).
Lei non sentendo lo scorrere dell'acqua aprì la porta e mi vide nudo sotto da doccia con il mio cazzone in fiamme; subito si scusò dicendo
"scusa scusa fede! Ma perchè non hai chiuso la porta?"; io le dissi: "ma si stai tranquilla mi hai creato tu, che c'è di male se mi vedi come TU mi hai fatto?". lei annuì con un sorrisetto e uscì richiudendo dietro di se la porta.
Allora vista la buona riuscita dei primi due piani, decisi di uscire dal bagno nudo trovando la scusa che i vestiti erano in camera mia. Notavo un certo imbarazzo e sguardo malizioso nei suoi occhi. Poco dopo andai in cucina, dove lei stava preparando il pranzo, con la scusa di bere un po d'acqua; lei mi guardò e mi fece la battuta: "Devo dire che ti ho fatto davvero bene! Ma come mai avevi il tuo coso cosi duro?"; non so da dove mi uscì il coraggio, ma le dissi: "Magari sei stata tu a farmelo venire cosi duro!". lei subito ribattè: "Ma Fede! Che dici?" e io: "Bhe mamma Freud dice che tutti i ragazzi sognano di fare sesso con la madre e poi diciamolo chiaramente, per la tua età sei davvero una donna sexy". lei fece un sorrisetto e io presi coraggio e aggiunsi: "Ma tu provi ancora attrazione fisica per papà". lei sinceramente disse: "No purtroppo tuo padre non mi fa piu effetto come un tempo, le cose a letto non vanno molto bene". io dissi con l'aria afflitta: "Mamma! Ricordati solo una cosa, anche se tu fossi in astinenza da anni, il tradimento non posso accettarlo, non ti perdonerei mai se tradissi papà; piuttosto se non puoi fare a meno di soddisfare i tuoi istinti sessuali mi rendo disponibile io, davvero!". lei cercò in poche frasi di cambiare discorso e tutto finì li.
Dopo due giorni andai in bagno e aprii la porta e mia madre insolitamente aveva lasciato la porta aperta ed era china sul water a fare pipi. Subito dissi: "Oh scusa mamma!"; lei ribattè:
"Ma va Fede! Io ti ho visto nudo puoi farlo anche tu, sono tua madre sono sangue del tuo sangue, non c'è motivo di vergognarsi"; allora mi misi a lavarmi le mani e intanto lanciavo furgide occhiate tra le gambe di mia madre.
Il suo seno non era imballato da nessun reggiseno, aveva solamente una vestaglia da casa che sfortunatamente non lasciava intravedere nulla. Il mio cazzo diventò in pochi istanti duro, allora cercai di nasconderlo alla sua vista e mi misi anche le mani in tasca. Mia madre non disse nulla ma aveva notato il rigonfiamento tra le mei gambe.
Mia mamma era entrata definitivamente nei miei desideri sessuali e nei miei sogni erotici di quasi tutte le notti. Qualche giorno piu tardi decisi di fare il colpo finale, decisi di farmi beccare nell'intento di masturbarmi con una sua foto.
Ero sul divano di mattina, ovviamente appena sentii la sua macchina parcheggiarsi in cortile andai subito in bagno con la sua foto in costume da bagno in spiaggia. Non ci volle tanto a farlo drizzare come un palo della luce, percui dovetti solamente attendere qualche minuto che lei salì le scale. Per fortuna lei ha l'abitudine di aprire piano la porta di casa e di richiuderla ancora piu silenziosamente. Percui sfruttai questa sua abitudine a mio vantaggio. Appena aprii la porta di casa io cominciai a fare piccoli mugulii di piacere, da far capire a lei chiaramente che mi sta toccando. Lei sentì e probabilmente fece finta di non sentire ed entrò nel bagno. Le si presentò vividamente l'immagine di me seduto sulla tazza con il pene rivolto verso la porta e con una foto in mano. Lei mi guardò con un'espressione sorpresa e disse: "Ma Fede! Sporcaccione", ma con aria scherzosa... Io nascosi la foto per non fargliela vedere e lei scherzosamente mi disse: "Nonono ora voglio vedere con chi ti stavi toccando, voglio vedere con chi immagina di scopare mio figlio!"; me la strappò di mano e con suo estremo stupore mi disse: "Ma maiale! Sono io! Mi spieghi cosa significa questo?". io le dissi tutta la verità:
"Mamma come ti ho gia detto qualche giorno fa tutti i ragazzi sognano di farsi le proprie mani, perchè io dovrei essere diverso? Continuavo ad immaginare ieri quando eri sulla tazza del gabinetto... perdonami mamma, ma mi fai questo effetto". lei si avvicinò a me e poggiandomi una mano sulla coscia mi disse:
"Stai tranquillo Fede, se devo essere sincera da piccola ho immaginato anche io di avere un rapporto con tuo nonno". in pochi secondi la sua mano passò dalla mia coscia a solleticarmi il cazzo, che ormai stava diventando come il marmo. Io non so come mai mi tirai su i pantaloni e mi diressi in camera mia. Lei ovviamente eccitata si diresse in camera per toccarsi, lo immaginavo percui presi piu coraggio ed andai in camera sua, mi infilai nel lettone con lei, che ormai si era gia tolta la camicetta di dosso restando con solamente il reggiseno addosso. Comincia a tirarle fuori una tetta e leccargliela e poco dopo anche la seconda. Affondai la mia lingua bagnata tra le sue tette leccandola e mordicchiadole i capezzoli. Lei disse: "No Fede no! Basta che fai!"; io spaventato mi spostai velocemente e rimasi per qualche secondo in silenzio disteso parallelo a lei... non disse nulla nemmeno lei e dopo pochi secondi me la ritrovai a leccarmi i capezzoli.
Non credevo che anche gli uomini potessero eccitarsi cosi tanto facendosi leccare i capezzoli.
Mi venne quasi da sbavare, quando ad un certo punto decise di baciarmi piu in giu, poi ancora piu in giu fino ad arrivare sui pantaloni. Me li sfilò e cominciò a smanettarmi il cazzo con vigore assurdo. Sembrava posseduta e all'improvviso tirò fuori la lingua pronta a leccarmelo. Cominciò a leccarmi il cazzo per bene cappella, testicoli, tutto... era bravissima era la mia dea. prese un bel sospiro e si infilò 1/4 del mio pene in bocca, io pensai che magari era troppo grosso e nn gli entrava piu di cosi, invece no! voleva farselo scivolare lentamente fino alla gola, avanti e indietro per circa 5/6 minuti; dopo quel lungo ed interminabile pompino che mia madre mi stava facendo le presi la testa e la spinsi fino giu gli feci entrare il cazzone che mi ritrovavo tra le gambe fino in gola, con le labbra mi sfiorava le labbra... aveva ben 21 cm di pene ficcato in gola. lo tirò subito fuori e guardandomi neglio occhi con lo sguardo di una vera troia mi sputò sulla cappella e si rificcò il mio lungo pene in gola per non so quante volte. dopo un po decise di capovolgersi portando la sua bella fichetta sulla mia bocca. O si, avete capito benissimo, stavo praticando un magnifico 69 con la mia mammina. la penetrai per un milione di volte con la lingua nella passera e leccavo ed ingoiavo i suoi umori che fuoriuscivano come in una cascata; decisi di passare oltre e con un colpo fulmineo le infilai la lingua nel suo ano. lei abbe un attimo di esitazione, ma riparti subito col leccarmi il cazzo e io a sfondarle l'ano con lingua e dita. ormai erano passati 15 minuti di rapporti orali, si alzò appena io le venni in bocca e cominciò a pulire tutto il mio sperma con la bocca senza lasciarne nemmeno una goccia, si girò, spostò il suo ventre all'altezza del mio e prendendomi il cazzo potentemente se lo infilò nella sua caldissima e bagnatissima figa. la possedetti per circa 40 minuti facendola gemere e fare versi come una troietta in calore, io venni una volta a metà rapporto ma l'arapamento mi fece continuare a far salire ancora di piu la voglia di scopare la mia mammina. al termine dei 40 minuti mia madre si sfilò il mio pene, ricolmo di sperma, dalla figa. Io pensai che aveva finito le batterie e che la fine del rapporto era ormai prossima, invece passò esattamente un secondo tra la fuoriuscita del pene dalla figa, all'entrata dello stesso facile facile nel suo culo, non avevo mai praticato sesso anale ed ero felice di praticarlo per la prima volta con lei. inizialmente voleva solo che ne infilassi solamente pochi centimetri dentro ma preso il ritmo dopo poco si ritrovò senza accorgersene tutto il mio cazzone duro e bagnato dentro al suo ano. Me la scopai analmente per almeno altri 20 minuti e a quel punto sentii la sborra che saliva e glielo annunciai; allora lei tempestivamente si estrasse il mio cazzo dal culo e mi chiese di venirgli nella parte esterna dell'ano. io non esitai per piu di 0 secondi nel ricoprirle il culo di sperma. Me ne venne cosi tanto che dovetti andare addirittura a finire di sborrarle in bocca. appena finito di ripulirmi nuovamente il cazzo scese la mano fino al suo bel sederino e cominciò a penetrarsi l'ano con lo sperma tirando poi successivamente fuori la mano per poter leccarsela per bene, finchè non finì tutto il ben di dio che le avevo donato.

quella fu la prima volta che io mi SCOPAI mia madre. avevo scoperto un sesso diverso dal solito, un eccitamente diverso che mi piaceva e che mi fece continuare nei mesi futiri di possedere mia madre e regalargli il suo drink preferito.
 
Top
view post Posted on 23/4/2014, 11:56 Quote
Avatar

Group:
Member
Posts:
1,238

Status:


incredibile successo di visite per questo racconto di incesto con la propria madre
 
PM Email  Top
1 replies since 13/2/2011, 21:34
 
Reply